Cosa non dobbiamo vedere

Una vecchia favola, una delle mie preferite da tanti anni, narra questa storia:

Un savio giapponese ogni sera parlava con gli operai di una vicina fabbrica. Una sera disse loro che il giorno dopo avrebbe portato loro una bella cosa. Un operaio chiese al savio di portargli una rosa, un altro un ramo, il terzo un giglio. La sera dopo il savio distribuì la rosa, il ramo e il giglio.

«C’è una spina nella mia rosa», disse il primo uomo. Il secondo si lamentò: «C’è una foglia morta sul mio ramo». «C’è una macchia di fango sul mio giglio», gridò il terzo.

Il savio riprese tutti i suoi doni e disse: «Avevi una bella rosa e hai visto soltanto la spina; tu avevi un bel ramo verde e hai visto soltanto la foglia morta; e tu su quello stupendo giglio hai visto soltanto la macchia di fango».

In ognuno di noi può esservi una spina nel carattere, una foglia morta attaccata alla reputazione, una macchia di fango nel passato. Se ci soffermiamo sugli errori passati, sicuramente avremo le ginocchia vacillanti e saremo pieni di timori.

Quando mettiamo in risalto le colpe o gli errori commessi dagli altri, in nessuna maniera rafforziamo le loro ginocchia vacillanti o rialziamo le braccia stanche.

William James scrisse: «L’arte di essere saggi è l’arte di sapere cosa non dobbiamo vedere»

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...